• Mer 01 Feb 2023

Tenute Sella – San Sebastiano allo Zoppo – Lessona DOC – 2007

La vigna e la cantina

Prodotto dalla prima vigna espressamente citata per il comune di Lessona (BI) nel 1436, il San Sebastiano allo Zoppo, prodotto per la prima volta nell’anno 1993, prende origine da uve nebbiolo (85%) e vespolina (15%) ottenute da viti con un’età media di 80 anni e coltivate a guyot a 330m di quota su versanti costituiti da sabbie di origine marina con esposizione a sud – ovest; prima della messa in bottiglia ha riposato per 24 mesi in botti da 25hl e per almeno un altro anno in tonneau.

La degustazione

Preparazione della bottiglia

Il San Sebastiano allo Zoppo 2007 di Tenute Sella risulta essere un vino di grande complessità e fascino pur se non di immediata lettura come – d’altronde – si addice a un “nobil signore” con molte primavere sulle spalle. Consiglio, pertanto, un’adeguata ossigenazione – non traumatica come utilizzando il decanter – bensì tranquilla e lenta tramite stappatura anticipata e scolmatura della bottiglia fino alla spalla. Una temperatura di servizio di circa 18°C gli permetterà, infine, di esprimersi al meglio sia al naso sia al palato. Grandi stracotti e salmì di carni rosse o nere saranno il degno accompagnamento per questa bottiglia.

Finalmente nel calice

Di color granato di buona intensità nel quale sono già evidenti marcate sfumature aranciate, il bouquet di questo Lessona DOC è inizialmente dominato dalle note di confettura di frutti neri, quali more di rovo e mirtilli neri, affiancate dal quelle delle prugne disidratate e dello sciroppo di cassis; una leggera rotazione del calice ci aiuterà a fare emergere un susseguirsi di sensazioni che sembreranno rincorrersi e nascondersi l’un l’altra: ecco quindi, di volta in volta, comparire la liquirizia, il tamarindo o la corteccia di china. Il tempo sarà nostro amico e, col trascorrere dei minuti, potremo anche godere di sfumature di pepe nero, violetta appassita e carruba oltre a quelle di scorza di arancia amara e tabacco dolce. Infine, ma non certo per importanza, l’insieme diverrà il palcoscenico sul quale si affaccerà un evidente sentore ematico, sicuro protagonista del palcoscenico olfattivo che non mostrerà mai un eccessivo protagonismo a discapito degli altri attori.
Al palato, se è possibile, questo 2007 riesce a divenire ancora più affascinante. Il suo sorso -strutturato, morbido e profondo – sfoggia una beva impeccabile in virtù di una trama tannica fitta, dolce e piacevolmente vibrante che, grazie anche alla ben presente morbidezza e a un’alcolicità perfettamente integrata, conferiscono all’insieme un compiuto equilibrio e una beva importante ma, nel contempo, aggraziata e di non comune personalità; lunghissima la persistenza che si protrae certamente oltre i 12’’.
Degustazione del giorno 24 dicembre 2022; bottiglia appartenente al lotto L.09/12

Tenute Sella

Via IV Novembre, 130

13853, Lessona (BI)

info@tenutesella.it

www.tenutesella.it

Read Previous

I padri nobili della vite domestica: le origini di alcuni dei più importanti vitigni del mondo

Read Next

Morgassi Superiore – Tuffo – Gavi DOCG del Comune di Gavi – 2020