• Ven 24 Mag 2024

Fattoria Mancini: il pinot nero napoleonico sulle scogliere di Focara

L’Azienda

Ho avuto il grande piacere di conoscere questa Tenuta durante la manifestazione “50 sfumature di pinot nero” a Voghera in una domenica d’ottobre dal clima mite e soleggiato.

Le degustazioni presso la postazione della Fattoria Mancini mi proiettano in una realtà e in una regione diversa da quelle tradizionali e tipiche per questo vitigno borgognone; con un sorso di vino mi ritrovo sulla falesia di Focara, un territorio emozionante a strapiombo sulla costa adriatica all’interno della Denominazione di Origine Controllata Colli Pesaresi. I 20 ettari vitati dell’azienda vitivinicola Fattoria Mancini, con oltre 160 anni di storia, si trovano all’interno del Parco Naturale del Monte San Bartolo, in provincia di Pesaro Urbino, all’estremo nord della Regione Marche. Luigi Mancini, mi presenta e descrive i vini in degustazione, non senza illustrare, con fotografie, la spettacolarità degli alti promontori e dei vigneti terrazzati a picco sul mare.

Il vitigno principe dell’Azienda è senza dubbio il pinot nero, perché in questo lembo di costa orientata a nord trova non solo un microclima fresco, ma anche un suolo di arenaria calcarea con vene gessose, condizioni ideali per la produzione di questa varietà d’oltralpe, ereditata dai Mancini dall’amministrazione napoleonica e portata ai giorni nostri mantenendo e propagando il materiale genetico piantato in origine.

Le degustazioni

Impero Blanc de Pinot Noir – Marche IGT – 2021

Nato con la vendemmia 1998, questo bianco secco, etichettato “blanc de pinot noir”, è considerato una vera bandiera aziendale. Il mosto, ottenuto da pressatura estremamente soffice, svolge fermentazione alcolica e malolattica in barrique di Allier e Troncais, per rimanere poi in legno sulle proprie fecce per circa dodici mesi. Il risultato è un vino dalla grande personalità, dal colore paglierino intenso e dai profumi agrumati e vanigliati; il sorso è verticale con una vena acida che conferisce freschezza e lunghezza nella beva, il tutto supportato da una tipica mineralità che costituisce la colonna vertebrale di tutti i vini dell’Azienda.

Impero Brut de Pinot Noir – Metodo Classico Brut – s.a.

Idealmente e tecnicamente figlio del ben più anziano Impero Blanc”, è ricavato anch’esso dalla vinificazione in bianco del pinot nero; la base spumante fermenta in barrique e affina per sette mesi in botti di legno con frequenti batȏnnage. Dopo la presa di spuma rimane sui lieviti per 28 mesi. Questo Metodo Classico ha forza, complessità e persistenza; il risultato è un prodotto unico, accattivante alla vista, gradevole all’olfatto e al gusto, ricco di note floreali e fruttate, oltre a una verve acida amplificata dalla sapidità (4,5g/l il residuo zuccherino).

Tenute Quarta – Blanc de pinot nero – 2021

La 2021 rappresenta la prima annata per questo straordinario vino, ultima fatica di casa Mancini. Un Cru prodotto nell’appezzamento più vocato dell’Azienda e vitato con la più evoluta selezione clonale del pinot nero conservato e selezionato dalla famiglia Mancini per quasi due secoli. Anche in questo caso è prevista la fermentazione in barrique e l’affinamento per dodici mesi sempre in barrique, nuove per circa il 50%. Questo pinot nero vinificato in bianco colpisce non solo per la splendida tonalità di un paglierino con striature dorate, ma anche per quei sentori che parlano della sua sosta in legno e di pietra focaia, che anticipano un palato caratterizzato da una grande sapidità. Riconosciamo un corpo rotondo contraddistinto dal boisé ben marcato, dall’agrumato, dalle sfumature burrose e vanigliate, dal finale minerale; si chiude in una percezione alcolica netta e un retrogusto infinito e persistente.

Colli Pesaresi DOC Focara Pinot nero – 2020

Le uve prodotte per questo rosso provengono da cinque vigneti differenti; i suoli della falesia di Focara apportano al vino mineralità e un quadro organolettico di grande complessità. La vinificazione prevede macerazione prefermentativa a freddo per circa otto giorni, poi dieci giorni circa di macerazione fermentativa alcolica a temperatura controllata (max 28°C). Svolta la malolattica, il vino affina per circa un anno in legni piccoli prima dell’imbottigliamento. Alla vista si veste di un rosso rubino tipicamente scarico e il naso si riempie di aromi di piccoli frutti rossi, di fiori appassiti e di spezie avvolti da eleganti sentori terziari quali cacao, tabacco e cuoio; in bocca è di media struttura, morbido con una trama tannica fitta e setosa.

Colli Pesaresi DOC Focara Pinot nero – Rive – 2020

Questo pinot nero proviene dalla vigna di Rive Monte, uno dei migliori appezzamenti dell’Azienda, sito a poche decine di metri dallo strapiombo di Focara.

Il vino ottenuto da questo vigneto viene imbottigliato separatamente con la propria etichetta, Rive di Focara per l’appunto. La vinificazione è simile al precedente vino mentre l’affinamento fa maggiore uso di legni nuovi. Il colore ha sempre una tonalità rubino poco intenso, mentre all’olfatto ritroviamo note di piccoli frutti di bosco e di spezie; il sorso ripropone un piacevole fruttato, in particolar modo una succosa marasca, oltre ad accenni più terziari che richiamano la polvere di cacao, foglie di tabacco essiccate, liquirizia. Il tannino soffice e ben modellato unito a una netta alcolicità contribuisce a un buon equilibrio gustativo, oltre a una importante struttura.

Contatti

Fattoria Mancini

Strada dei Colli, 35 (ingresso su via del Gabbiano, sn)

61122, Pesaro (PU)

info@fattoriamancini.com

www.fattoriamancini.com

Read Previous

Castello di Meleto – Vigna Casi – Chianti Classico DOCG Riserva – 2015

Read Next

La Guida “Cantine d’Italia” 2024 di Go Wine: in viaggio fra vigne e cantine