• Sab 26 Nov 2022

A Silvano d’Orba (AL) la grappa sposa i formaggi

Due protagonisti indiscussi dell’enogastronomia italiana – la grappa e il formaggio – hanno finora percorso strade indipendenti, alimentando il pregiudizio che entrambi si contendessero, in solitudine, il ruolo troppo limitato di conclusione di un buon pasto.

In realtà, i grandi prodotti, così come i grandi interpreti, possono occupare – è vero – il palcoscenico da soli ma possono anche condividerlo con chi, come loro, sappia regalare emozioni.

Ecco quindi che l’idea di abbinare la grappa di qualità a formaggi di eccellenza realizzati con diversi tipi di latte (bovino, caprino e ovino), proposta in quest’occasione dalla Distilleria Gualco di Silvano d’Orba (AL) e da tre ottimi caseifici quali BioBruni (Montaldeo, AL), Roccaverano (Roccaverano, AT) e Vallenostra (Mongiardino Ligure, AL), rappresenta un modo diverso per gustare la tradizione provando sia ad assaggiare singolarmente i diversi prodotti sia ad apprezzarli in abbinamento tra loro.

La degustazione – che si svolgerà su due turni e sarà condotta da Augusto Gentilli, Direttore di questa testata – si terrà domenica 1 ottobre presso il Teatro della SOMS in Via Roma 27 a Silvano d’Orba con inizio alle ore 16, 30 e alle ore 18 (clicca qui per scaricare la locandina) e sarà con ingresso gratuito; nel corso della giornata (9 – 12,30; 15 – 19) sarà anche possibile visitare la Distilleria Gualco.

L’evento si inserisce nell’ambito della giornata “PiemonteGrappa – Alla Corte dell’Alambicco”, organizzata dall’Istituto Grappa Piemonte, durante la quale la maggior parte delle distillerie piemontesi apriranno le porte ai visitatori per raccontare il meraviglioso mondo della grappa e degustare insieme i loro prodotti.

Read Previous

Il Roero, dove la vite chiede permesso

Read Next

Negro, il Roero e i suoi vini: un amore che viene dal passato