• Lun 27 Mag 2024

Monti – Voluptas – Colline Teramane Montepulciano d’Abruzzo DOCG – 2016

La vigna

Dal 1969 la famiglia Monti risiede in località contrada Pignotto, nei pressi di Controguerra, in provincia di Teramo e si occupa di viticoltura, con una particolare attenzione alla tradizione e al rispetto del territorio; da oltre vent’anni la cantina segue un particolare protocollo per una agricoltura che tutela l’ambiente, la natura e il consumatore (SQNPI, Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata).

Oggi l’Azienda Agricola è in mano alla signora Emilia, molto accogliente, disponibile e dotata di una gentilezza fuori dal comune; dopo la prematura scomparsa del marito, si dedica interamente e con passione al lavoro in vigna e in cantina e alla produzione di diverse etichette, dove compare come logo aziendale l’immagine dell’amato spinone “Baffo”.

I circa dieci ettari vitati si estendono sulle pendici del Colle Pignotto che domina la bellissima valle e le pianure circostanti; i vigneti, allevati principalmente a cordone speronato, poggiano su terreni collinari (fino ai 500 metri s.l.m.), prettamente calcarei-argillosi, con una decisa componente sabbiosa e godono dell’influenza del vicino Mar Mediterraneo e delle correnti fredde del Gran Sasso e, più in lontananza, della Maiella. Qui il vitigno montepulciano (resa 80 q/ha) ha trovato il suo habitat ideale e si esprime nelle note più tipiche, con un ventaglio di profumi che rappresentano al meglio il territorio circostante.

La cantina

La vinificazione avviene in acciaio con macerazione sulle bucce per almeno 15 giorni; a questa seguono la fermentazione malolattica in vasche di cemento vetrificato e l’affinamento sempre nelle stesse vasche per due anni. Infine, questo montepulciano riposa per almeno altri due anni in bottiglia prima della sua commercializzazione per consentirgli un’ulteriore stabilizzazione. Il montepulciano è una varietà, simbolo delle colline teramane, a tratti rude e scontrosa che, proprio per questi motivi, necessita di tempo in vetro per potersi affinare.

Per questo vino, il nome Voluptas – ovvero piacere – ha origine dalla passione per la lingua latina della signora Monti che tiene a sottolineare come “Voluptas sia il Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane DOCG più giovane, quello che mettiamo in commercio prima e risponde alla filosofia oraziana del «carpe diem», per essere apprezzato relativamente giovane senza aspettare un invecchiamento prolungato come accade invece con la Riserva Senior”.

La degustazione

Nel bicchiere, il Voluptas si presenta di una tonalità rosso granato quasi impenetrabile. Appena versato libera note di erbe aromatiche e di olive verdi, che si amalgamano in modo armonico con i piccoli frutti rossi maturi; dopo qualche minuto, il vino si apre a nuove sensazioni di sottobosco, di balsamico, di tabacco, di cuoio e di ematico per allungarsi in delicati e piacevoli ricordi di rabarbaro e china. In bocca, è ampio, di corpo e caldo; si percepisce una buona freschezza, una leggera sapidità e soffici tannini ben integrati che completano il sorso con una decisa persistenza aromatica, per sostenerlo in un finale di liquirizia e grafite.

Degustazione del giorno 29 marzo 2024; bottiglia appartenente al lotto L. 1

Contatti

Azienda Agricola Monti

Contrada Pignotto, 54

64010, Controguerra (TE)

info@vinimonti.it

www.vinimonti.it

Read Previous

Derthona Due.Zero – 2024: il timorasso si presenta in anteprima

Read Next

Cantina Sorres – Pensamentu – Cannonau di Sardegna DOC – 2016