• Lun 15 Apr 2024

Maremmachevini: due giorni all’insegna dei vini di Maremma e non solo…

Per chiunque ami sinceramente il vino credo che possano esistere poche gioie grandi come quella di cercare di conoscere a fondo un territorio, di imparare a riconoscerne le sfumature e le piccole, o grandi, peculiarità che rendono ciascun vino – degno di questo nome – un prodotto unico e non ripetibile sotto diverse condizioni. È, pertanto, evidente che più un territorio è complesso, più sarà diversificata la sua produzione e più sarà lecito aspettarselo ricco di sorprese e degno di essere conosciuto.

Credo, quindi, che la seconda Edizione di Maremmachevini, l’evento dedicato ai vini della Denominazione di Origine Controllata Maremma Toscana (Castiglione della Pescaia, domenica 11 e lunedì 12 giugno 2017), possa, alla luce di quanto appena scritto, rappresentare un’occasione davvero ghiotta per approfondire la Maremma enoica, una terra capace di far convivere vitigni di tradizione (Ciliegiolo, Canaiolo nero, Alicante, Sangiovese, Vermentino, Trebbiano, Ansonica, Malvasia, Grechetto, Pugnitello, Aleatico) con i ben più noti e diffusi internazionali (Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Syrah, Viognier, Sauvignon blanc, Chardonnay, Petit Verdot) lasciando impressa in ciascuno di loro la propria impronta o, forse, le proprie impronte.

Si tratta, infatti di un territorio che, se da un lato vede nel clima mediterraneo una forte impronta unificatrice, dall’altro trova nella sua complessa morfologia e nella grande diversità dei suoli quel quid in più capace di regalare alle oltre 120 etichette, presentate da parte dei 41 produttori partecipanti, una netta e irripetibile impronta territoriale. Nell’area di produzione, che interessa l’intera provincia di Grosseto, infatti, convivono condizioni morfologiche, microclimatiche e pedologiche assai differenti che vedono affiorare suoli vulcanici a est del fiume Fiora oppure formazioni prevalentemente marnose e marnoso-pelitiche sui rilievi collinari tra il Fiora e l’Ombrone nonché suoli argillosi e argilloso-limosi nell’Alta Maremma, sui rilievi costieri di bassa collina e sulla piana alluvionale.

Credo sia, inoltre, doveroso evidenziare, in quanto rappresenta un fondamentale valore aggiunto, lo sforzo che il Consorzio di Tutela dei Vini della Maremma Toscana sta svolgendo non solo per la promozione dei propri e vini e del proprio territorio – la Denominazione, con i suoi 1750ha vitati nel 2016 ha prodotto 130.000q di uve atte alla Dop, che la pongono al 4° posto tra le Dop toscane; con la produzione 2016 si sono ottenute 5.500.000 bottiglie, con un aumento di oltre un milione sull’anno precedente – ma, soprattutto, nella messa a punto di un modello di vitivinicoltura sostenibile in termini ambientali, sociali ed economici.

A destra, il Direttore del Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana, Luca Pollini, e, a sinistra, il Presidente del Consorzio stesso, Edoardo Donato

Nel corso della manifestazione, oltre ai vini, sarà possibile degustare altri prodotti tipici, come i formaggi, i salumi e, naturalmente, l’olio extravergine d’oliva di questa magnifica porzione di Toscana.

Informazioni utili

Maremmachevini – II edizione

11-12 giugno 2017

Hotel e Residence Roccamare

Via delle Rocchette – Castiglione della Pescaia (Grosseto)

L’iniziativa è aperta al pubblico, alla stampa internazionale, ai ristoratori e agli enotecari del territorio.

L’entrata a Maremmachevini è libera durante i walk around tasting e prevede il pagamento di 10€ per il ritiro del bicchiere e della relativa tasca all’entrata. Sarà, inoltre, distribuito un Tasting Book, contenente dettagliate informazioni inerenti a ogni vino in degustazione e al suo produttore.

Domenica 11 giugno

Ore 17.30- 21.00 degustazione a banco aperto

Ore 21.00 concerto a cura del gruppo Musica da Ripostiglio.

Lunedì 12 giugno

Ore 17.30 – 20.30 degustazione a banco aperto

Aziende partecipanti

Agricola del Nudo

Az. Agr. Berretta s.s.

Az. Agr. Colle Petruccio di Ruffo Sandro

Az. Agr. La Pierotta

Az. Agr. Pian del Crognolo

Azienda Agricola Bruni

Azienda Bioagricola Poggiolella di Michele Consaga

Azienda Monterò

Basile – Az. Agricola Biologica

Belguardo

Cacciagrande

Cantina “I Vini di Maremma” S.A.C.

De Vinosalvo Vignaioli

Fattoria Acquaviva

Fattoria di Magliano

Fattoria Il Casalone

Fattoria Le Mortelle

Fattoria Mantellassi

Frantoio La Pieve

La Biagiola

La Chimera d’Albegna

La Cura

La Selva Società Bioagricola

Mambrini Viticoltori

Montauto

Morisfarms

Muralia

Podere San Cristoforo

Poggio Cagnano

Poggio L’Apparita

Prato al Pozzo

Rocca di Frassinello

Roccapesta

Sassotondo

Simona Ceccherini

Società Agricola Le Sode di Sant’Angelo srl

Tenuta Casteani

Tenuta La Badiola

Tenuta Rocca di Montemassi

Val delle Rose – Tenuta della Famiglia Cecchi

Val di Toro

Read Previous

Praeclara – Tenimenti Fam. Cavallero – Suavissimus – Metodo Classico V.S.Q. Brut Rosé 2010 Tradizionale – L 16941

Read Next

Medaglia d’argento con punteggio 90/100 al Friulano 2015 di Tenuta Stella