• Sab 01 Ott 2022

Cantine Pellegrino – Gazzerotta – Sicilia Doc Grillo Superiore – 2017

Nel vigneto Gazzerotta, sito in comune di Mazara del Vallo (TP) e costituito nei suoi 90ha dalle varietà nero d’Avola e grillo, le viti di questo nobile vitigno a bacca bianca, impiantate nel 1981-82, sono allevate ad “alberello appoggiato”, antico metodo che dispone la chioma in modo tale da permettere la massima protezione dei grappoli dai raggi solari. Il suolo del vigneto, situato a 20m s.l.m., ha una spiccata matrice argillosa ricca di carbonato di calcio ed è soggetto a frequenti stress idrici e a elevate temperature massime a causa della sua notevole distanza dal mare.

Le uve, vendemmiate nel corso della prima decade di agosto, sono state oggetto di pigiatura soffice e di una lenta fermentazione a bassa temperatura; questo Grillo Superiore ha maturato in acciaio per un periodo di circa quattro mesi.

Il Gazzerotta 2017 ben ci predispone alla degustazione fin dal primo sguardo, in virtù del suo limpido color paglierino carico impreziosito da sfumature dorate al qual segue, non appena avvicinato il calice al naso, un insieme di profumi molto intensi e fini nei quali inizialmente è facile riconoscere le note mature – ma fragranti – dell’albicocca e della mela Golden alle quali segue un armonioso carosello di emozioni olfattive capaci di spaziare dalle sensazioni burrose a quelle floreali della ginestra così come da quelle agrumate del cedro fresco a quelle quasi balsamiche della macchia mediterranea. Il trascorrere dei minuti, e l’aiuto di una timida rotazione del calice, permettono al suo bouquet di trovare il proprio pieno compimento grazie ai sentori lievemente piccanti dello zenzero e a quelli più dolci del cioccolato bianco; una ben presente nota “rocciosa”, infine, ne arricchisce il caleidoscopico panorama olfattivo di un’intrigante mineralità.

Il sorso – ampio, ricco e profondo – sfoggia grande corpo e avvolgente morbidezza oltre a un ineccepibile equilibrio regalato all’insieme dalla vivida freschezza e dalla spiccata sapidità.

La lunga persistenza e l’eleganza del fin di bocca – impreziosito da una garbata chiusa ammandorlata – conclude un assaggio capace di raccontarci pienamente la millenaria cultura del vino di queste terre.

Degustazione del giorno 27 dicembre 2019; bottiglia appartenente al lotto L1815503

Cantine Carlo Pellegrino

Via del Fante, 39

91025, Marsala (TP)

info@carlopellegrino.it

www.carlopellegrino.it

Read Previous

Il Consorzio Club del Buttafuoco Storico festeggia il suo ventiquattresimo compleanno

Read Next

Indice Bigot: valutazione del potenziale qualitativo del vigneto