• Sab 01 Ott 2022

Pisani più schietti: la prima guida dei vini pisani è online

Pisa, 31 luglio 2020 – I Pisani più Schietti è una manifestazione promossa e organizzata dalla Delegazione Storica FISAR di Pisa per premiare e promuovere le aziende vinicole della Provincia che nella XX edizione ha indossato una veste completamente nuova. La competizione ha lasciato il posto alla stesura di un compendio enografico, la prima guida dei vini pisani, un ambizioso progetto di divulgazione della produzione vinicola del territorio pisano, disponibile sui social nelle pagine Pisani più schietti di Facebook e Instagram.

La presentazione dell’anteprima è avvenuta il 7 dicembre 2019 presso la sala Fibonacci della Camera di Commercio di Pisa, durante una manifestazione dove la degustazione al pubblico dei prodotti delle aziende aderenti alla guida è stata affiancata da interessanti seminari relativi alle vecchie annate premiate dal concorso nel passato e alle etichette dell’areale pisano premiate dalle guide italiane più prestigiose (Slow Wine, Espresso).

L’evento è stato realizzato con il patrocinio di FISAR Nazionale, Comune di Pisa, Camera di Commercio di Pisa, Terre di Pisa e Strada del Vino delle Colline Pisane.

Gli stravolgimenti dell’ultimo anno hanno dato una spinta in più per portare la XX edizione nel mondo del digitale e diffondere la conoscenza del territorio a tutti gli amanti del vino e di questo angolo di Toscana.

Presentazione dell’anteprima del 7 dicembre 2019

I protagonisti dei Pisani più schietti sono le 40 aziende che hanno aderito al progetto assieme alle loro 110 etichette degustate da un panel di esperti scelti su piani diversi e che hanno coinvolto Degustatori Ufficiali e membri del Centro Tecnico Nazionale della FISAR e l’Università di Pisa. L’elaborazione delle schede di degustazione ha seguito i dettami della scheda ufficiale della FISAR, garantendo quindi un metodo omogeneo di valutazione e l’assoluta oggettività nell’interpretazione delle caratteristiche di ogni singola etichetta.

La guida, però, offre molto di più: in un abbraccio tra storia e innovazione, propone pillole sulle radici della viticoltura pisana, panoramiche su territorio, vitigni, clima, denominazioni e ultime annate, per rivolgere a un vasto pubblico un ritratto dell’eterogenea identità di un patrimonio enologico unico e multiforme. Ad agosto 2020 tutta la guida sarà consultabile sia via web sia in formato di opuscolo elettronico scaricabile online, il primo passo verso la nuova edizione che sarà presentata a dicembre 2020.

Read Previous

In uscita il 16 agosto la guida The WineHunter Award

Read Next

Tenute Sella – Omaggio a Quintino Sella – Lessona Doc – 2010