Logo World Wine Passion WorldWinePassion.com Distribuire emozioni: il Club Excellence al Merano Wine Festival - Vino - World Wine Passion

where passion meets taste

IT EN


seguici su facebook twitter google+ rss feed

Il genio è uno per cento ispirazione e novantanove per cento sudore
Thomas Edison (1847 -1931)
Anno 6 | venerd́ 28 aprile 2017

Distribuire emozioni: il Club Excellence al Merano Wine Festival

9 dicembre 2015


TAGs: , , , , , , , , ,

Il piacere nel lavoro aggiunge perfezione al compito che svolgiamo

Aristotele

Che cos'ha la Francia più di noi? Chi non si è mai fatto questa domanda pensando al fascino che i grandi terroir - e i gli altrettanto grandi marchi - d'Oltralpe suscitano non solo negli enoappassionati ma anche in chi, pur non interessandosi di vino, pensa con ammirazione - o malcelata invidia - alla notorietà conquistata da alcuni vini francesi?

Io, personalmente, credo che questa domanda sia mal posta e che un altro sia il vero nodo della questione: che cos'hanno i francesi più di noi? In questi termini credo che la risposta sia molto più semplice ma, soprattutto, che la domanda stessa metta a fuoco il vero problema: i francesi sono orgogliosi di essere francesi, credono nelle proprie capacità, sanno fare squadra e si presentano al mondo in modo compatto con la duplice consapevolezza della loro indiscutibile qualità e della necessità di affrontare uniti il mercato globale.

 

Queste non sono, però, qualità inarrivabili dovute a terre benedette da Dio o a unicità dovute a fattori non replicabili, bensì sono solo il frutto di una mentalità che, solo in apparenza, sembra anteporre l'interesse collettivo al profitto privato ma che, al contrario, rappresenta la presa di coscienza che il bene collettivo e il bene del singolo coincidono e che non può esservi vero benessere, o successo, quando gli sforzi sono dispersi o, peggio ancora, finalizzati alla critica sterile anziché essere incanalati in attività propositive.

Il Club Excellence

Il Club Excellence - Club dei Distributori e Importatori Nazionali di vini e distillati di eccellenza - ritengo nasca da analoghe considerazioni, dato che il suo Presidente - Massimo Sagna - ha recentemente dichiarato quanto segue: "Crediamo sempre più nell'importanza di fare squadra in un Paese, l'Italia, e in un settore, il vino, in cui la frammentazione è un fattore di freno alla crescita e alla redditività".

Fondato a Milano nel giugno 2012, il Club si è prefisso lo scopo "di diffondere la cultura del concetto di organizzazione della distribuzione e del commercio di vini e distillati di prestigio" in un'ottica di collaborazione e trasparenza. Il Club riunisce attualmente sette fra le più importanti realtà della distribuzione vitivinicola in Italia che dividono il loro impegno fra alcuni dei più prestigiosi marchi internazionali e molte eccellenze italiane: Balan Srl, Cuzziol Grandivini Srl, Gruppo Meregalli Srl, Pellegrini Spa, Sagna Spa, Sarzi Amadè Srl, Vino & Design Srl.


Il Club Excellence al Merano Wine Festival 2015: l'unione fa la forza...e la qualità

Un'occasione unica: ecco come definirei l'invito a partecipare agli eventi organizzati in collaborazione tra Club Excellence e il Merano Wine Festival nel corso della recente edizione 2015 della prestigiosa manifestazione altoatesina. Due giornate - 9 e 10 novembre - all'insegna dei grandi vini stranieri e italiani. Lunedì 9 è stato interamente dedicato, presso l'Hotel Terme, al banco di assaggio di alcuni dei migliori prodotti distribuiti dal Club con la presenza dei Soci del Club stesso e alle tre prestigiose Master Class, rispettivamente dedicate allo Champagne (guidata da Luca Gardini), al Riesling (guidata da Othmar Kiem e alla quale dedicherò un mio prossimo articolo) e al Pinot nero (guidata da Enzo Vizzari). Martedì 10 si è svolto il "Secondo Meeting Italiano dei propri produttori di Champagne" nel Pavillon des Fleurs del Kursaal con la presenza di Champagne di ben 22 Maisons differenti. Entrambe le giornate hanno visto una folta partecipazione sia di addetti ai lavori - con un'importante presenza di operatori Ho.re.ca - sia di appassionati.

Il Tour de France, ovvero brevi note di degustazione

Prima di iniziare a raccontare i veri protagonisti di questa manifestazione - ovvero i vini degustati - poche spiegazioni sono dovute per rendere meglio fruibile quanto seguirà. Dato il gran numero di etichette in degustazione, ho scelto di concentrare la mia attenzione sui vini francesi al fine di poter cercare un filo conduttore fra i vini degustati; inoltre, dato che, per motivi di lavoro, la mia presenza si è limitata al lunedì, le righe che seguiranno si riferiranno solo a questa giornata. Da ultimo, i vini saranno raggruppati sulla base delle Aziende distributrici - elencate in rigoroso ordine alfabetico - e, al loro interno, per territorio di provenienza.

Balan Srl

L'Azienda, fondata nel 1962 da Sergio Balan grazie all'esperienza accumulata affiancando il padre Giuseppe, attualmente è attiva negli ambiti della produzione, della trasformazione e della commercializzazione dei vini. Oltre ad un'ampia selezione di vini italiani, Balan distribuisce vini e distillati provenienti da Germania, Portogallo, Spagna, Sud Africa e, soprattutto, Francia; nel suo catalogo, l'area di Bordeaux è senz'altro la meglio rappresentata dato che ne commercializza molti dei marchi più famosi tra i quali, a puro titolo di esempio, voglio ricordare: Château Margaux, Château Mouton Rothschild, Château Latour, Château Lafite Rothschild, Château Haut Brion, Château Cheval Blanc e Château d'Yquem.

Champagne Alain Thiénot Brut

Questo Champagne, prodotto a Reims a partire da uve Chardonnay (50%), Pinot noir (35%) e Pinot Meunier (15%) e affinato sui lieviti per almeno 60 mesi, mostra un perlage fine e cremoso a cui si affianca un naso elegante di frutta gialla matura, fiori gialli, che riportano alla mente la ginestra, e piccola pasticceria. In bocca, ha un ingresso piacevole e avvolgente, che colpisce per corpo, struttura e persistenza; il tutto è sorretto da un'evidente ed equilibrata freschezza.

Champagne Alain Thiénot Brut Vintage 2006

Nato da uve Chardonnay (50%) e Pinot noir (50%), questo millesimato coniuga magnificamente evoluzione e piacevolezza di beva. Affascinante fin dal primo sguardo grazie all'eleganza delle sue bollicine, certo non delude quando, portato al naso, raggiunge i nostri sensi con sentori di mela molto matura, fiori gialli appassiti il tutto ammantato - ma non coperto - da fini sensazioni di crosta di pane. È in bocca, però, che questo Champagne rivela la sua vera stoffa: grande corpo e grande struttura senza, comunque, rinunciare a una non comune finezza; a chiudere, una persistenza davvero degna di nota.

Domaine Marc Morey et Fils - Chassagne - Montrachet 1er cru "Les Chenevottes "- 2013

Un vino da provare subito e, nel contempo, un vino da dimenticare in cantina per godere del piacere di vederlo evolvere negli anni. Questo 2013, regala un bouquet fine e complesso, caratterizzato da sentori di frutta tropicale e fiori bianchi, il tutto impreziosito da gradevoli sensazioni agrumate e dai profumi dolci del marzapane. In bocca, colpisce per pienezza, rotondità ed equilibrio grazie alla evidente spalla acida capace di sostenerne le morbidezze. Fin di bocca elegante e persistenza davvero lunga. Un vino importante capace di mantenere grande piacevolezza di beva.

Domaine Marc Morey et Fils - Chassagne - Montrachet 1er cru "En Virondot " - 2013

Pur giustamente con molti punti in comune con l'assaggio precedente, questo Chassagne - Montrachet regala, se possibile, ancora maggior finezza distinguendosi per l'eleganza dei fiori bianchi, i profumi di mandorla e le note agrumate decisamente riconducibili al bergamotto. All'assaggio, in evidenza sempre l'equilibrio fra la struttura, caratterizzata da grande corpo e morbidezza, e la giovanile - ma composta - freschezza.

Domaine Charlopin-Parizot - Gevrey Chambertin Terre Blanches 2012

La Côte de Nuits rappresenta il sogno di tutti gli appassionati di Pinot noir. Il Terre Blanches 2012 ben esprime le capacità uniche di questo terroir di dare vita a vini nei quali intensità e finezza riescono a fondersi perfettamente. Questo Gevrey Chambertin, in grado - se aspettato - di evolvere negli anni verso maggiori complessità, si presenta all'assaggio sfoggiando un magnifico color rubino. Il naso è l'essenza stessa del un Pinot noir in gioventù offrendo un trionfo di piccoli frutti rossi arricchito da note di dolci di caramella Rossana. Nonostante la giovane età, in bocca mostra già una piacevole maturità: l'ingresso è, infatti, ampio e compatto e il vino si apre al calore con morbidezza, corpo ed equilibrio; colpisce l'eleganza e l'avvolgenza della trama tannica nonché la lunga persistenza. Un magnifico adolescente con le premesse per divenire un adulto di grande fascino.

Domaine Charlopin-Parizot - Clos Vougeot Grand Cru - 2008

Gli anni per questo Clos Vougeot non sono certo trascorsi invano ed ecco aggiungersi, agli immancabili piccoli frutti rossi, le piacevoli note di liquirizia e cuoio alle quali si affiancano, donando così verticalità al vino, i sentori speziati del pepe nero; nel complesso, un bouquet forse meno intenso del precedente ma certamente più fine e complesso. Al gusto, colpisce per pienezza, armonia ed eleganza anche grazie a tannini morbidi, setosi e di grande avvolgenza.

Cuzziol Grandivini Srl

Fondata 60 anno or sono da Renzo Cuzziol, l'Azienda attualmente distribuisce vini di alta qualità ed eccellenze gastronomiche sia dall'Italia sia del resto del mondo. Oltre all'Italia, la Francia è la nazione europea più rappresentata, con vini provenienti da tutte le aree produttive di maggior interesse, ma in catalogo sono presenti vini importati da numerose nazioni anche extraeuropee, quali Nuova Zelanda, Argentina e Sud Africa. Presenti in catalogo anche produttori di stati normalmente di difficile reperimento quali Armenia e Georgia.

Champagne Bruno Paillard - Première Cuvée

L'Azienda Bruno Paillard, a Reims, produce questa Cuvée Extra Brut utilizzando uve Pinot Meunier (22%), Chardonnay (33%) et Pinot Noir (45%), provenienti da ben 35 cru differenti; la permanenza sui lieviti è di almeno 36 mesi. Questo Champagne si presenta alla vista con un perlage molto fine e intenso; al naso è elegante e di buona complessità connotando il proprio bouquet con sentori di frutta bianca - in particolare di mela matura - fiori bianchi, piccola pasticceria da forno e lievi - ma di grande piacevolezza - sensazioni agrumate. In bocca è di buon corpo, equilibrato e persistente.

Champagne Bruno Paillard - Blanc de Blancs Grand Cru

Champagne ottenuto da sole uve Chardonnay coltivate in alcuni dei migliori grand cru della Côte des Blancs, regione nota per l'abbondanza di gesso nel suolo che conferisce grande mineralità ai suoi prodotti.

Il Blanc de Blancs Grand Cru Extra Brut, affinato sui lieviti almeno 48 mesi prima della sboccatura, colpisce fin da subito lo sguardo per l'eleganza delle sue bollicine. È al naso, però, che questo Champagne rivela pienamente la propria qualità raggiungendo l'animo del fortunato degustatore con una mineralità garbata ma evidente, sostenuta, e ingentilita, da sentori di frutta e fiori bianchi nonché da non banali sensazioni di cioccolato bianco. In bocca, si presenta composto e di carattere: il corpo è importante ed è retto da un'acidità ancora vibrante che gli dona ottimo equilibrio e facilità di beva; degna di nota la persistenza.

Gruppo Meregalli Srl

Storico gruppo lombardo la cui attività si protrae ormai da oltre 150 anni continuando a distribuire il meglio della produzione vinicola italiana e mondiale. Ampia e prestigiosa la scelta di etichette italiane internazionali con produttori del calibro di Tenuta San Guido o Bollinger. Oltre alle principali zone viticole europee, nel catalogo sono presenti molte delle più importanti aree di produzione e aziende extraeuropee (Australia, Argentina, Cile, U.S.A., Sud Africa).

M. Chapoutier - Condrieu "Invitare" - 2013

Il Viognier, vitigno dal quale è ottenuto in purezza questo vino, rappresenta senza dubbio la varietà a bacca bianca più importante della parte alta della Valle del Rodano. "Invitare" si propone all'assaggio in modo affascinante grazie al suo color oro ricco di luce che racconta, già dal primo sguardo, di un vino che ha incontrato il legno. Il bouquet è complesso ed elegante: il frutto giallo maturo incontra i fiori di acacia e le erbe provenzali in un insieme reso ancora più armonico dalle lievi note boisé. In bocca, si presenta ampio ed equilibrato, di ottimo corpo, rotondo e decisamente fresco. La chiusa è resa ancora più interessante dai gradevoli sentori balsamici in retrolfazione.

M. Chapoutier - Crozes-Hermitage Rouge "Les Meysonniers" - 2010

Il Syrah è il simbolo stesso della Valle del Rodano vitivinicola e nella denominazione Crozes-Hermitage sa trovare alcune delle sue migliori espressioni. Il Les Meysonniers 2010 si presenta alla vista ancora con un aspetto giovanile in virtù del suo color rubino. Il naso esprime ottimamente il vitigno regalandoci note di frutto rosso e un'evidente speziatura riconducibile al pepe nero; non mancano, inoltre, le spezie dolci quali, ad esempio, la noce moscata. Il bouquet è, infine, completato dai profumi terziari di cuoio e tabacco. All'assaggio, si fa ricordare per l'eleganza della struttura tannica, elegante e avvolgente.

Pellegrini Spa

Dal 1904, La Pellegrini distribuisce in Italia vini e distillati di alta gamma prodotti sia da aziende nazionali sia estere. Il catalogo comprende le principali aree di produzione sempre rappresentate da etichette prestigiose. Interessante la presenza, tra i marchi distribuiti, di Aziende slovene e svizzere non così frequentemente presenti sul mercato italiano; numerosi risultano essere anche i territori produttivi del Nuovo Mondo con la presenza di importanti vini cileni, argentini, australiani e neozelandesi.

Champagne Jacquesson - Cuvée n° 738

Ottenuto principalmente da uve Chardonnay (oltre il 60%) della Côte des Blancs con la rimanente parte composta sia da Pinot noir sia da Pinot Meunier, questa cuvée Extra Brut mostra un'effervescenza molto fine e cremosa e regala note fruttate riconducibili alla mela matura e alla pesca bianca arricchite da sentori di pasticceria da forno, frutta secca e da una mineralità "rocciosa" che ci riporta alla mente i gessi della Côte. All'assaggio, si mostra compatto, equilibrato e di carattere con ottimo corpo e un'altrettanto notevole persistenza.

Champagne Jacquesson - Cuvée n° 734

Molti i punti in comune fra questa Cuvée e la precedente, a partire dalle uve sempre in gran parte Chardonnay della Côte des Blancs. La Cuvée 734 mostra un panorama gusto-olfattivo molto simile alla 738 ma con profumi e sensazioni più nette e definite, una maggior struttura, un equilibrio che oserei definire ottimale e una persistenza ancora più lunga. Un plauso sincero all'uso del legno che apporta complessità e maturità a questo Champagne senza divenire invasivo.

Domaine Bernard Defaix - Chablis - 2014

Chablis è sinonimo di Chardonnay freschi e minerali, vini in grado di invecchiare mantenendo una spiccata acidità e un'indelebile impronta del terroir. Questo Chablis si colloca perfettamente in questo solco anche in virtù della sua giovane età e della sua vinificazione esclusivamente in acciaio. Il panorama olfattivo, di intensità contenuta ma ottima finezza, è caratterizzato da una spiccata mineralità che sembra essere posta a sorreggere l'insieme delle altre sensazioni: note fruttate di frutta bianca non particolarmente matura, fiori di biancospino e soffusi sentori di mandorle non tostate. All'ingresso in bocca colpisce per la più che evidente freschezza, in seguito in gran parte equilibrata dal corpo pieno e rotondo. Un vino dalla beva di grande piacevolezza che chiude con una gradevole nota ammandorlata.

Domaine Bernard Defaix Chablis 1er Cru, Côte de Lechet 2013

Un vino capace di coniugare perfettamente intensità e finezza, pur essendo ancora giovane e non avendo così avuto il tempo di esprimere appieno le proprie potenzialità. Il naso, sempre giocato in prima battuta sulla mineralità tipica di questa Denominazione, è reso più elegante e complesso dalla frutta bianca matura, dalle eleganti note di miele di tiglio e di pasta di mandorle. All'assaggio risulta ampio, di corpo e decisamente armonico; una nota di merito alla persistenza.

Sagna Spa

Fondata nel 1928 dal Barone Amerigo Sagna, l'Azienda oggi come allora commercializza vini e liquori prodotti da Aziende in grado di fornire altissima qualità e garanzie di costanza nel tempo. Tra i marchi distribuiti vi sono alcune delle aziende più prestigiose del mondo tra le quali cito, a solo titolo di esempio, Domaine De La Romanée-Conti, Château Pétrus e Louis Roederer. La Società Sagna, in cui lavorano tuttora i discendenti del fondatore, è rimasta ancora oggi assolutamente indipendente.

Champagne Louis Roederer - Brut Premier

Ottenuto dall'assemblaggio di circa il 40% di Pinot nero, 40% di Chardonnay e 20% di Pinot Meunier, il Brut Premier si propone all'assaggio, dopo una permanenza sui lieviti di almeno 36 mesi, per mezzo di una lucentezza brillante impreziosita da un perlage di grande finezza. La frutta bianca croccante, le sensazioni floreali del biancospino e una nota agrumata marcatamente citrina caratterizzano un naso fine e di grande piacevolezza. In bocca, questo Champagne ha un ingresso compatto e pieno con l'avvolgenza delle bollicine che, affiancate dall'acidità, ne sostengono l'importante corpo e la lunga persistenza.

Champagne Louis Roederer - Brut Rosé Vintage 2008

Pinot noir (65%) e Chardonnay (35%) costituiscono la base di questo prodotto che, dopo l'affinamento in legno di circa il 20% del totale e almeno 48 mesi trascorsi sui lieviti, dà vita a questo Brut nel quale la presenza del Pinot noir si manifesta con evidenza nelle note di piccole frutti rossi, arricchite, anche grazie l'importante presenza dello Chardonnay, dai sentori di frutta gialla matura. Il bouquet è completato da fini sensazioni di crosta di pane e dalle sensazioni agrumate nonché da profumi di tostatura - a ricordarci il sobrio utilizzo del legno - che riconducono i sensi al cacao. In bocca coniuga finezza e grande corpo nonché una lunga persistenza.

Baron Patrick de Ladoucette - Comte Lafond Grande Cuvée - 2013

Un Sancerre elegante e marcatamente minerale, caratterizzato da note di frutti e fiori bianchi e sentori vegetali freschi, fini e piacevoli che, oltre all'immancabile foglia di pomodoro, evocano ricordi di erbe officinali. All'assaggio certo non delude, sfoggiando un ottimo corpo sostenuto da un'evidente sapidità e da giovanile freschezza.

Domaines Schlumberger - Les Princes Abbés Gewurztraminer - 2012

L'Alsazia e il Gewurztraminer rappresentano un binomio in grado di regalare emozioni agli enoappassionati di tutto il mondo. Il "Les Princes Abbés" 2012 sfoggia un bouquet complesso e fine nel quale le note floreali della rosa si compenetrano con quella della frutta tropicale e degli agrumi dando vita a un unicum armonico e piacevole. In bocca si mostra di corpo, fresco, equilibrato e assai lungo nonché capace di fondere intensità e finezza.

Domaine Faiveley - Côte de Nuits 1er Cru "Aux Vignerondes" - 2012

A cavallo fra gioventù ed età adulta: ecco come si potrebbe, in estrema sintesi, descrivere questo Pinot noir. Il panorama olfattivo è dominato dai piccoli frutti rossi a cui, con sobria eleganza, si affiancano sentori di spezie dolci e i primi timidi aromi terziari riconducibili al cuoio. La gioventù ancora non sopita si manifesta anche all'assaggio che mette in evidenza una trama tannica di notevole fattura e avvolgenza pur se ancora caratterizzata da una qual certa ruvida irruenza. La grande persistenza di questo Côte de Nuits conclude più che degnamente un assaggio più che degno di nota.

Sarzi Amadè Srl

L'Azienda, di stampo fortemente famigliare, fu fondata nel 1966 da Nicola Sarzi Amadè, con l'aiuto, sin dai primi anni, della moglie Gabriella e, attualmente, anche dei figli Claudia e Alessandro. Sarzì Amadè rivela una forte propensione per la Francia, dato che nel suo catalogo sono ampiamente rappresentate le zone vitivinicole transalpine più prestigiose quali, ad esempio, Bordeaux, Borgogna, Champagne e Valle della Loira. Inoltre, nel portafoglio clienti aziendale sono presenti anche eccellenti etichette di altri paesi, tra le quali ricordo con piacere la Grecia con l'Unione Cooperativa dei Produttori di Samos.

Maison Louis Latour - Meursault - 2013

L'AOC Meursault rappresenta una delle più note della Côte de Beaune in Borgogna. Questo 2013 ben esprime le qualità degli Chardonnay di questa Denominazione: al naso si presenta, infatti, ricco di profumi "dolci" che riportano alla mente sensazioni di frutta matura, fiori di acacia e pasta di mandorle, il tutto soffuso di lievi note boisé. In bocca è ampio, fresco, morbido e armonico; il fin di bocca è di grande piacevolezza e la persistenza decisamente lunga.

Maison Louis Latour - Corton-Charlemagne Grand Cru - 2011

Elegante: ecco in una parola come si potrebbe riassumere questo assaggio. Il bouquet di questo Corton-Charlemagne Grand Cru coinvolge l'assaggiatore in un susseguirsi di profumi che si alternano e rincorrono: la frutta matura, le mandorle non tostate, il miele di acacia e la nota - sospesa tra il floreale e il balsamico - dei fiori i tiglio; a completare un panorama olfattivo già non comune, infine, le sensazioni più aspre della pietra focaia contrapposte a quelle più dolci - ma non invasive - della vaniglia. In bocca, entra compatto e ampio, mostrandosi in grado di coniugare corpo, struttura e persistenza a freschezza e piacevolezza di beva.

Domaine Zind-Humbrecht - Riesling Brand Grand Cru 2012

Il Riesling rappresenta l'altro grande vitigno nobile a bacca bianca d'Alsazia che trova, in questo Grand Cru, un'espressione nel contempo tipica ed elegante anche se ancora non completamente espressa, a causa dei pochi anni trascorsi dalla sua nascita. Avvicinando il calice al naso, dal vino emergono nettissimi i sentori minerali della polvere da sparo a ricordarci gli scoscesi pendii granitici che lo hanno visto nascere; una lieve rotazione arricchisce il bouquet di note fruttate riconducibili alla frutta gialla e a quella tropicale. In bocca, la giovane età non impedisce a questo Riesling di sfoggiare un già più che soddisfacente equilibrio fra la netta acidità e la morbidezza di un corpo ricco e rotondo; lunga la persistenza.

Château de Tracy - Pouilly Fumé - 2012

Pouilly Fumé, nella Valle della Loira, rappresenta una delle Denominazione dalla quale provengono alcuni dei più grandi Sauvignon blanc di Francia. Questo 2012 di Château de Tracy si rende immediatamente protagonista grazie alla più che evidente nota di pompelmo giallo che sa regalare fin dal primo approccio; dopo una garbata rotazione, il suo bouquet si arricchisce di sensazioni di frutta e fiori bianchi riconducibili alla pesca, alla pera e ai fiori di sambuco. La nota varietale di foglia di pomodoro si mantiene in secondo piano, arricchendo il panorama olfattivo di questo vino senza, però, divenirne solitaria protagonista a discapito di finezza e complessità. In bocca non delude certo le aspettative mostrando eleganza, buon corpo ed equilibrio nonché piacevolezza di beva e lunga persistenza.

Château de Tracy - Pouilly Fumé "Haute Densité" - 2012

Un Pouilly Fumé di grande finezza e complessità derivante da un vigneto con ben 7000ceppi/ha su suoli calcarei. Il naso apre nuovamente con note agrumate - questa volta, però, in grado di riportare alla mente l'eleganza del bergamotto - alle quali si aggiungono sentori di erbe provenzali nonché frutta e fiori bianchi, il tutto impreziosito dalla verticalità della citronella e da lievi note boisé a testimoniare il sapiente uso del legno. In bocca, si offre pieno, ampio, di corpo e armonico grazie alla spiccata freschezza. La persistenza certo non delude.

Vino & Design Srl

Azienda fondata nel 2001 dal sommelier olandese Dick ten Voorde che, dal 1999, vive in Italia dove svolge la propria attività di importazione e distribuzione di vini italiani e internazionali di altissimo pregio. Attualmente, Vino & Design rappresenta un gran numero di Aziende produttrici di Francia nonché delle principali aree vitivinicole d'Italia e del resto d'Europa e del mondo.

Champagne Palmer & Co - Brut Réserve

La Maison Champagne Palmer & Co di Reims realizza questa cuvée sans année a partire prevalentemente da uve Chardonnay e Pinot noir unitamente a piccole percentuali di P. Meunier. Il prodotto così ottenuto si presenta con un perlage molto fine e un panorama olfattivo elegante, caratterizzato da sentori di frutta bianca - in particolare pera e mela matura - che sostengono un complesso susseguirsi di note floreali, di piccola pasticceria e frutta secca. In bocca, colpisce per la vibrante freschezza che ne supporta l'importante struttura; l'assaggio chiude con un fin di bocca estremamente piacevole e una lunga persistenza.

Champagne Palmer & Co - Blanc de Noirs

Ottenuto da uve Pinot noir e P. Meunier, questo Blanc de Noirs sfoggia un perlage intenso e molto fine e si rivela in grado di regalare un complesso bouquet di frutta gialla matura, fiori di biancospino e gradevoli sensazioni agrumate nonché liquirizia e polvere di caffè. All'assaggio svela un temperamento deciso ma, nel contempo, composto e caratterizzato da una tagliente acidità che ne sostiene la pienezza e l'ottimo corpo; rimarchevole la persistenza.